W il comune di Sasso Marconi!

Sasso MarconiIn passato ho scritto qui la mia stizza per la Pubblica Amministrazione che non funziona.

Con piacere scrivo questo post, per raccontare un’esperienza positiva.

L’antefatto è che un paio di mesi fa mi sono accorto che avevo perso la carta d’identità. Ci son voluti 2 mesi per farmi venir la voglia di provvedere. Già mi immaginavo 2 ore di attesa in questura a Bologna, il polizziotto che mi chiedeva domande inutili, i miei dati personali comunicati per la triliardesima volta, le attese snervanti per aspettare che il tasto CANC premuto cancelli la precedente denuncia da Word (alla faccia della privacy), ecc.

Poi un giorno il lampo di genio: forse posso Continua a leggere

La parziale bufala di Eolo, l’auto ad aria compressa

Una catena che va per la maggiore in questo periodo è questa di Eolo. La riassumo qui:

Guy Negre, ingegnere progettista di motori per Formula 1, che ha lavorato alla Williams per diversi anni, nel 2001 presentava al Motorshow di Bologna una macchina rivoluzionaria: la “Eolo” (questo il nome originario dato al modello), era una vettura Continua a leggere

Antisprechi: speriamo almeno che ci costi poco…

A fine 2005 è stato attivato un numero verde, l’800 118855, a cui noi cittadini potevamo rivolgerci per segnalare disservizi della Pubblica Amministrazione: il Numero Verde Antisprechi.

Eccolo qui:

http://www.funzionepubblica.it/servizi_prodotti/attivita_ispettiva/servizi_2871.htm

A distanza di poco più di 2 anni, ho provato a chiamarlo: una voce che sembra quella della Cugina Carmela mi ha risposto: “nessun servìzio è attìvo su quèsto nùmero. Per informaziòni, contattàre il pròprio operatòre telefònico”.

Anche a voi da la stessa risposta?

Spero almeno che questo “servizio” ci costi poco, altrimenti a chi telefoniamo per segnalare lo spreco?

Certo che potrebbero almeno disattivare la pagina web…

E se le elezioni fossero un torneo?

La democrazia prevederebbe non solo il diritto di eleggere, ma anche il diritto a una concreta possibilità di essere eletti!

Ok, nonostante gli enormi adempimenti burocratici, in teoria chiunque può candidarsi alle prossime Politiche, e se nessun partito lo accoglie nelle sue liste, può anche fondare il suo partito. Ma che possibilità concreta ha di noi di essere eletto? NESSUNA!

Oggi per essere eletti bisogna spendere centinaia di milioni di euro per la campagna elettorale. Chi può pagare simili cifre se non le solite grandi famiglie potenti?

Ho una proposta.
Elezioni di quartiere, poi comunali, poi provinciali, regionali e infine nazionali, in sequenza (come una specie di torneo). Continua a leggere