E se le elezioni fossero un torneo?

La democrazia prevederebbe non solo il diritto di eleggere, ma anche il diritto a una concreta possibilità di essere eletti!

Ok, nonostante gli enormi adempimenti burocratici, in teoria chiunque può candidarsi alle prossime Politiche, e se nessun partito lo accoglie nelle sue liste, può anche fondare il suo partito. Ma che possibilità concreta ha di noi di essere eletto? NESSUNA!

Oggi per essere eletti bisogna spendere centinaia di milioni di euro per la campagna elettorale. Chi può pagare simili cifre se non le solite grandi famiglie potenti?

Ho una proposta.
Elezioni di quartiere, poi comunali, poi provinciali, regionali e infine nazionali, in sequenza (come una specie di torneo). Continua a leggere

Ciao Altero

E’ morto Altero, il padre della pizza al taglio a Bologna, dal 1957.

Altero è stato il mio primo (e sinora unico) datore di lavoro, ero assunto come “aiuto banconiere” nel mitico negozio di via Indipendenza. Era il 1995 e studiavo a Ingegneria. L’anno dopo avrei fondato SMS.it.

E’ un altro pezzo di Bologna che se ne va? Spero di no: le pizzerie sono in ottima salute e non chiuderanno. Spero solo che non effettuino restyling in stile minimalist-milanese. Anche se succederà, me lo sento.

Stasera sono stato all’osteria da Marione in via San Felice… sembra che siamo prossimi al capolinea… Continua a leggere

Una provocazione su come cambiare la scuola

Ho ricevuto questa mail:

“Anzichè fare una scuola privata bisognerebbe cercare di migliorare la scuola pubblica”

Intanto, aborro la “logica dell’anzichè“, dietro la quale si annida sempre una critica distruttiva e non fantasiosa. E’ molto più vincente la “logica dell’anche“, e ogni scuola privata può fungere da “laboratorio” per migliorare, nel tempo, la scuola pubblica, quando i risultati ottenuti siano in linea con gli obiettivi che la scuola pubblica si propone (formare l’uomo e il cittadino).

Comunque, per mostrare che non sono a corto di idee, Continua a leggere