E se le elezioni fossero un torneo?

La democrazia prevederebbe non solo il diritto di eleggere, ma anche il diritto a una concreta possibilità di essere eletti!

Ok, nonostante gli enormi adempimenti burocratici, in teoria chiunque può candidarsi alle prossime Politiche, e se nessun partito lo accoglie nelle sue liste, può anche fondare il suo partito. Ma che possibilità concreta ha di noi di essere eletto? NESSUNA!

Oggi per essere eletti bisogna spendere centinaia di milioni di euro per la campagna elettorale. Chi può pagare simili cifre se non le solite grandi famiglie potenti?

Ho una proposta.
Elezioni di quartiere, poi comunali, poi provinciali, regionali e infine nazionali, in sequenza (come una specie di torneo). Continua a leggere

Bologna, maxi moschea per pochi fedeli

C’è bisogno di una maxi moschea per i fedeli musulmani bolognesi?

Citando a piene mani da un articolo di Magdi Allam, sul Corriere il 19 gennaio, apprendo che:

  • l’estensione della mega moschea che si vorrebbe costruire alla periferia della città, in via Fiorini, è di 2.500-3.000 mq di superficie utile netta su una superficie territoriale di 19.000 mq. La stima della capienza è tra i 1.200 e i 1.500 fedeli. Quindi da sola supererebbe il doppio di tutti i praticanti di Bologna.
  • il terreno di via Fiorini è attualmente del Comune. Il suo valore deve essere nuovamente stimato, ma il valore stimato del lotto complessivo di 52.000 mq era di 3.138.000 euro. In proporzione, il terreno da 19mila mq dovrebbe valere circa 1.150.000 euro.
  • in un’assemblea che si terrà fra alcune settimane, il Comune vorrebbe permutarlo, con un terreno sito in via Felsina, acquistato nel 2000 per circa 90 mila euro dall’Associazione Onlus «Al Waqf Al-Islami in Italia». Oggi, 7 anni dopo, tale terreno viene stimato dalla Finanziaria Bologna metropolitana, partecipata del Comune, ben 1.382.000 euro! Continua a leggere

Problemi, scandali… parliamo anche di soluzioni?

Migliaia di mail in circolarità sommano scandali a quelli che già quotidianamente ci comunicano giornali e telegiornali.

Vogliamo piantarla, e iniziare a concentrarci su una soluzione?

L’unione fa la forza, e noi ci troviamo già in democrazia: non dobbiamo conquistare il potere con le armi, ma semplicemente usarlo, con il voto!

Non ha senso scannarci in un dibattito infinito per scegliere la proposta migliore o voler imporre la propria. Bisogna sceglierne una, fosse anche a caso, e partire da Continua a leggere

Come NON dovrebbe funzionare la Ricerca Universitaria – parte 2

Il professore del Politecnico ha risposto alla mia missiva di alcuni giorni prima, che ho pubblicato in un precedente post. Devo ricredermi: credevo si limitasse ad essere uno degli ingranaggi del sistema. Credevo fosse rassegnato ad accettare controvoglia lo status-quo, per portare a casa lo stipendio. Invece no, lui difende il sistema. Ci crede.

Ecco le sue parole:

 

Caro Emanuele,

Il tuo concetto di Istituzione denota una crassa ignoranza, che merita una ulteriore serena spiegazione, insieme a Continua a leggere