Problemi, scandali… parliamo anche di soluzioni?

Migliaia di mail in circolarità sommano scandali a quelli che già quotidianamente ci comunicano giornali e telegiornali.

Vogliamo piantarla, e iniziare a concentrarci su una soluzione?

L’unione fa la forza, e noi ci troviamo già in democrazia: non dobbiamo conquistare il potere con le armi, ma semplicemente usarlo, con il voto!

Non ha senso scannarci in un dibattito infinito per scegliere la proposta migliore o voler imporre la propria. Bisogna sceglierne una, fosse anche a caso, e partire da Continua a leggere

Zazzle.com, un’azienda onesta

Un’azienda americana mi ha riconosciuto un rimborso, dietro semplice richiesta, per un errore di sua competenza, che ha generato un ulteriore errore da parte della dogana italiana.

Questa azienda si chiama Zazzle.com ed è un ulteriore esempio, fra i tanti esistenti, di efficienza, onestà e orientamento al consumatore, Continua a leggere

Perchè l’Italia NON è una Repubblica Democratica

L’Italia è una repubblica democratica: a scuola ci insegnano che il potere legislativo ed esecutivo sono in mano al popolo, sebbene il popolo non li possa esercitare direttamente, ma li deleghi rispettivamente al Parlamento mediante le elezioni politiche e quindi, indirettamente, al Governo votato dal Parlamento.

I poteri che il popolo esercita direttamente sono quelli dell’elettorato attivo (diritto di candidarsi) ed elettorato passivo (diritto di votare liberamente).

E’ vero questo oggi in Italia? No, e ve lo dimostro.

Continua a leggere

Tentativo del governo di vietare i blog

Apprendo dal blog di Beppe Grillo che il 12 ottobre scorso il consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità un disegno di legge che, fra le altre cose, parifica i blog e i siti internet a “prodotti editoriali”, e rende obbligatoria la registrazione al Registro degli Operatori di Comunicazione, l’obbligo di assumere almeno un giornalista (iscritto all’Albo) come Direttore Responsabile. Ogni presunto reato commesso, tipicamente la diffamazione, risulterebbe fortemente aggravato. Continua a leggere